Regime forfetario, il dipendente che diventa libero professionista può accedervi?

31/05/2019 – Il dipendente che diventa libero professionista può accedere al regime forfetario? In linea di principio no, ma le cose cambiano se, per ottenere l’incarico, deve prima superare un concorso. Questa, in sintesi, la posizione dell’Agenzia delle Entrate espressa con la risposta 163/2019.
 
Regime forfetario per il dipendente che diventa libero professionista
La richiesta di chiarimento è stata presentata da un biologo che aveva partecipato ad un concorso pubblico per l’affidamento di un incarico presso una Azienda sanitaria. Il bando richiedeva il possesso della Partita Iva o l’impegno ad aprirla in caso di affidamento dell’incarico.
 
Il professionista ha quindi fatto presente all’Agenzia delle Entrate che non era mai stato titolare di Partita Iva e che ne avrebbe aperta una secondo il nuovo regime forfetario introdotto dalla Legge di Bilancio 2019.
 
Il professionista ha sottolineato che nell’anno..
Continua a leggere su Edilportale.com

Riqualificazione sismica, dal Demanio bando per 16 immobili nelle Marche

31/05/2019 – L’Agenzia del Demanio prosegue con l’attuazione del ‘Piano di riduzione del rischio sismico degli immobili dello Stato’ avviato a fine 2018. Nei giorni scorsi è stato, infatti, pubblicato un nuovo bando che coinvolge 16 edifici situati nelle zone a più elevato rischio sismico delle Marche.
 
Riqualificazione sismica, gli edifici coinvolti
Tra i 16 edifici ci sono 12 Caserme dei Carabinieri Forestale nelle provincie di Pesaro Urbino e di Ancona, più precisamente nei Comuni di Macerata Feltria, Cagli, Sant’Angelo in Vado, Sassocorvaro, Sant’Abbondio, Pergola, Fossombrone, Mercatello sul Metauro, Castelfidardo, Falconara Marittima, Loreto e Genga.
 
Oggetto del bando anche 2 Caserme dei Vigili del Fuoco nella provincia di Ancona e in particolare nei Comuni di Senigallia e Osimo. Nel Comune di Ancona è coinvolto anche l’edificio destinato alla Corte..
Continua a leggere su Edilportale.com

Mercato immobiliare non residenziale, nel 2018 bene i negozi

31/05/2019 – Crescono le compravendite dei negozi (+4,6%) e dei capannoni (+0,6%) mentre sono in flessione quelle degli uffici (-3,7%), per un valore di scambio stimato per i tre settori pari a 15,6 miliardi di euro, in leggero calo rispetto al 2017 (-0,4%).
 
È il quadro che emerge dai trend analizzati nel Rapporto Immobiliare dedicato agli immobili non residenziali presentato ieri a Roma. Il volume è stato realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate con la collaborazione di Assilea, l’Associazione Italiana Leasing.
 
Mercato immobiliare non residenziale, i negozi
I dati relativi al 2018 sulle compravendite dei negozi confermano il trend espansivo degli ultimi anni, anche se con tassi rallentati. Nel 2018 sono state registrate 29.463 transazioni, +4,6% rispetto al 2017. La quotazione media a livello nazionale è stata di 1.540 euro/mq, in calo dell’1,7%, con valori che oscillano dai quasi mille..
Continua a leggere su Edilportale.com

The Splendid Historic precedente di Orangeries

uesto giorno se stai cercando di allungare la tua casa privata ci sono una manciata di different molto discusse a tua disposizione. Che si tratti di un’estensione fat-primary che include la posizione su one aspetto della tua casa privata o su un giardino d’inverno, che aggiunge un’ulteriore posizione in alternativa a una quota del tuo cortile, ci sono moltissimi modi per salvare quella posizione extra del crogiolo

In alternativa, una soluzione molto meno popolare, anche se non è consigliabile, nella tua casa privata è un aranceto. Probabilmente queste estensioni potrebbero forse dare uno sguardo all’interno del blush originario for every essere collegati ai conservatori, tuttavia con lo sguardo più vicino e capirai una serie di variazioni importanti.

Sul totale, gli arancieri funzionano con una costruzione a base di mattoni, con un piccolo muro di mattoni complimentato da immense vetrine di vetro. uesto non migliora completamente le proprietà di ritenzione termica degli aranceri, ma offre loro un costrutto classico ben definito. In effetti, gli orangerie sono anche sul totale extra rettangolare di quanto non siano quadrati e di solito funzionano con un tetto piatto con una cupola ‘lanciatore’.

Gli orangerie sono, in totale, aree abitabili molto più lontane rispetto ai conservatori con temperature in più anche di 365 giorni e sulla posizione di vita additional totale, tuttavia non sono diventate le loro normali capacità. Se è vero, gli orangeries hanno servito interamente una causa terribilmente varia.

La storia for each orangies inizia in Italia quando la prima vera aranciera fu costruita a Padova, nel Veneto nel 1545 da un nobile locale.

All’interno dell’originale progettato per i motivi e le proprietà di Aristocrazia europea, le orangerie sono state costruite for each aiutare nella coltivazione di – avete indovinato – arance e vari frutti irregolari tra il XVII e il XIX secolo. Includendo frequentemente alcune derivazioni del sistema di riscaldamento (generalmente una stufa) e un isolamento rudimentale, queste costruzioni hanno aiutato il ricco viaggio a godere di frutti rari e irregolari (sul momento).

Godono di essere stati resi possibili grazie ai progressi tecnologici nella lavorazione del vetro che, combinati con la vegetazione irregolare e i frutti che erano pronti for each essere coltivati ​​al loro interno, li hanno resi un oggetto estremamente prezioso for every i ricchi e i grandi della giornata.

For every sostenere che la novità e l’importanza personale da sole sono state le trigger principali della reputazione dell’aranciera sarebbero state ingenue. Se fosse stato detto, la ragione precisa all’interno dell’abilità della loro reputazione in mongolfiera for every tutta la lunghezza divenne l’interruzione della battaglia di 80 anni.

Filippo II, re di Spagna asburgico e persino supposto sovrano nuziale dei Paesi Bassi asburgici, per un sacco di anni ha imposto tasse e limitato il diritto di alternanza tra i suoi sudditi olandesi e le Americhe.

Con l’indipendenza della Repubblica olandese e la revoca di tali embarghi, i Paesi Bassi sono entrati in una recente era di prosperità, e i frutti irregolari e la vegetazione delle Americhe sono stati molto meno cari. Ciò ha portato, tra le varie questioni, a una spinta nella costruzione di aranceti, ora non corretta nei Paesi Bassi, ma il modo migliore durante la distanza, con un host costruito in Germania, Francia, Gran Bretagna e Sacro Romano Impero, costruito da la gentry e riempito dalle classi di service service provider appena emancipate.

Oggi gli orangerie sono di tipo adatto al suo tipo, alla versatilità e al convenience.

planning-3536758_960_720.jpg

uesto giorno se stai cercando di allungare la tua casa privata ci sono una manciata di different molto discusse a tua disposizione. Che si tratti di un’estensione fat-primary che include la posizione su one aspetto della tua casa privata o su un giardino d’inverno, che aggiunge un’ulteriore posizione in alternativa a una quota del tuo cortile, ci sono moltissimi modi per salvare quella posizione extra del crogiolo

In alternativa, una soluzione molto meno popolare, anche se non è consigliabile, nella tua casa privata è un aranceto. Probabilmente queste estensioni potrebbero forse dare uno sguardo all’interno del blush originario for every essere collegati ai conservatori, tuttavia con lo sguardo più vicino e capirai una serie di variazioni importanti.

Sul totale, gli arancieri funzionano con una costruzione a base di mattoni, con un piccolo muro di mattoni complimentato da immense vetrine di vetro. uesto non migliora completamente le proprietà di ritenzione termica degli aranceri, ma offre loro un costrutto classico ben definito. In effetti, gli orangerie sono anche sul totale extra rettangolare di quanto non siano quadrati e di solito funzionano con un tetto piatto con una cupola ‘lanciatore’.

Gli orangerie sono, in totale, aree abitabili molto più lontane rispetto ai conservatori con temperature in più anche di 365 giorni e sulla posizione di vita additional totale, tuttavia non sono diventate le loro normali capacità. Se è vero, gli orangeries hanno servito interamente una causa terribilmente varia.

La storia for each orangies inizia in Italia quando la prima vera aranciera fu costruita a Padova, nel Veneto nel 1545 da un nobile locale.

All’interno dell’originale progettato per i motivi e le proprietà di Aristocrazia europea, le orangerie sono state costruite for each aiutare nella coltivazione di – avete indovinato – arance e vari frutti irregolari tra il XVII e il XIX secolo. Includendo frequentemente alcune derivazioni del sistema di riscaldamento (generalmente una stufa) e un isolamento rudimentale, queste costruzioni hanno aiutato il ricco viaggio a godere di frutti rari e irregolari (sul momento).

Godono di essere stati resi possibili grazie ai progressi tecnologici nella lavorazione del vetro che, combinati con la vegetazione irregolare e i frutti che erano pronti for each essere coltivati ​​al loro interno, li hanno resi un oggetto estremamente prezioso for every i ricchi e i grandi della giornata.

For every sostenere che la novità e l’importanza personale da sole sono state le trigger principali della reputazione dell’aranciera sarebbero state ingenue. Se fosse stato detto, la ragione precisa all’interno dell’abilità della loro reputazione in mongolfiera for every tutta la lunghezza divenne l’interruzione della battaglia di 80 anni.

Filippo II, re di Spagna asburgico e persino supposto sovrano nuziale dei Paesi Bassi asburgici, per un sacco di anni ha imposto tasse e limitato il diritto di alternanza tra i suoi sudditi olandesi e le Americhe.

Con l’indipendenza della Repubblica olandese e la revoca di tali embarghi, i Paesi Bassi sono entrati in una recente era di prosperità, e i frutti irregolari e la vegetazione delle Americhe sono stati molto meno cari. Ciò ha portato, tra le varie questioni, a una spinta nella costruzione di aranceti, ora non corretta nei Paesi Bassi, ma il modo migliore durante la distanza, con un host costruito in Germania, Francia, Gran Bretagna e Sacro Romano Impero, costruito da la gentry e riempito dalle classi di service service provider appena emancipate.

Oggi gli orangerie sono di tipo adatto al suo tipo, alla versatilità e al convenience.

Newsletter di Regioni.it – N. 3621 – Sommario

Bonaccini: Fondo sanitario, verso intesa riparto 112 miliardi

“Il riparto del Fondo Sanità è rinviato alla prossima settimana: c’è l’intesa fra tutte le Regioni ma le Province autonome di Trento e Bolzano hanno chiesto un’ulteriore riflessione, per cui abbiamo chiesto alla Stato-Regioni di rinviare il tutto alla prossima Conferenza, che peraltro è già calendarizzata per il 6 giugno, in modo tale che il Governo possa trovare, se possibile, un … Continua a leggere

Conferenza delle Regioni: Bonaccini, on line il nuovo sito

“Un nuovo portale per la Conferenza delle Regioni, pensato per una migliore usabilità e, soprattutto, fruibile anche da smartphone, con uno sguardo rivolto anche alla comunicazione attraverso i social media”, Così il Presidente Stefano Bonaccini ha annunciato (con una comunicazione alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 30 maggio) il varo del nuovo sito … Continua a leggere

Dirigenza medica: Comitato di Settore Regioni-Sanità, verso sblocco contratto

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha ascoltato l’informativa resa dal Presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità, Sergio Venturi, sul rinnovo del contratto della dirigenza medica e sanitaria del SSN.
Durante la riunione, presieduta da Stefano Bonaccini, la Conferenza delle Regioni ha proposto di contribuire responsabilmente al reperimento delle risorse … Continua a leggere

Toma: riparto sanità la prossima settimana

Sul prossimo riparto del Fondo Sanitario Nazionale 2019 è ottimista il presidente della regione Molise, Donato Toma, al termine della Conferenza delle Regioni del 30 maggio: “Penso proprio di sì, perche’ sulle cifre c’e’ intesa tra i presidenti delle regioni”. Al Molise – annuncia il Presidente – arriveranno circa 580 milioni di euro. “Abbiamo – spiega ancora Toma- un dettaglio più … Continua a leggere

Turismo: rinviata audizione Regioni su ddl delega

La prevista audizione di rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome già convocata per il 30 maggio 2019 (vedi “Regioni.it” 3620), dalla Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei deputati, nell’ambito dell’esame del disegno di legge recante “Delega al Governo in materia di turismo” (C 1698), presso l’aula della Commissione è … Continua a leggere